Venerdì 23 ottobre, Tamat e ICCV/Nazemse hanno partecipato con il progetto RASA BF alla Giornata francese del volontariato, organizzata dall’associazione France Volontaires a Ouagadougou. La conferenza, svoltasi nella sede dell’Istituto francese della capitale burkinabé, ha visto la presenza dell’Ambasciatore francese in Burkina Faso e di rappresentanti del Ministero dell’Ambiente e delle Risorse Ittiche. Il tema della giornata era infatti il cambiamento climatico, le buone azioni per mitigarne gli effetti negativi e il ruolo della donna: Tamat e ICCV/Nazemse hanno presentato la tecnica della “butte sandwich”, diffusa e messa in pratica nell’ambito del progetto RASA BF da più di 200 agricoltori e agricoltrici burkinabé. L’intervento di Claire, volontaria presso ICCV/Nazemse, ha evidenziato come questa tecnica di preparazione del suolo in orticultura, riconosciuta e utilizzata in Europa già da decenni nell’ambito dell’agroecologia, permetta di ricostituire la fertilità del suolo degradato e di diminuire negli anni l’apporto di nutrimenti e di acqua, aumentando allo stesso tempo i rendimenti delle colture. Nel quadro delle conseguenze nefaste del cambiamento climatico in Africa saheliana, in particolare la desertificazione e la degradazione del suolo, la “butte sandwich” si presenta come una buona pratica per combattere e contribuire ad invertire tali tendenze, estremamente negative per l’agricoltura locale. La presentazione, molto seguita, ha riscosso successo e sollevato numerose domande da parte del pubblico, permettendo alla coordinatrice di RASA di intervenire fornendo maggiori spiegazioni e di stabilire contatti con i soggetti presenti interessati.